illuminare angolo cottura

Consigli su come illuminare l’angolo cottura.

Illuminare la casa non è così semplice come si potrebbe pensare, soprattutto se vogliamo gestire le luci in modo intelligente in luoghi, come la cucina, in cui si svolgono ogni giorno molte e diverse attività. Quindi, non è una cosa scontata chiedersi come illuminare l’angolo cottura?

Come per ogni stanza della vostra abitazione, è necessario valutare diversi aspetti.

Prima di tutto è fondamentale coniugare l’aspetto estetico con quello pratico. Bisogna dunque prestare attenzione allo stile dei vari punti luce e alla loro capacità di integrarsi con il resto dell’arredamento.

Se vi chiedete come illuminare l’angolo cottura tenete a mente che una lampada classica non è certo una scelta adatta se avete mobili moderni o contemporanei. Un’attenzione ancora maggiore è necessaria se l’angolo di cottura non è separato dal salotto: in questo caso occorre rendere omogenei gli stili delle due stanze.

Ricordate che esistono anche caratteristiche poco note ma importanti, come la temperatura di colore e l’indice di resa cromatica, qualità che influenzano il colore dell’illuminazione e l’atmosfera dell’abitazione.

Altri aspetti da valutare sono la posizione dei punti luce, la potenza della lampadine e il risparmio energetico.illuminare angolo cottura

Ma, nel dettaglio, come illuminare l’angolo cottura?

Questo ambiente è lo spazio per eccellenza della quotidianità e del lavoro domestico.

È per questo che bisogna prestare attenzione alla funzionalità e all’efficacia dei fasci luminosi.

Il tipo di luce adatto a questo scopo è quella diretta, rivolta verso il basso. La scelta ideale per evitare la creazione di zone d’ombra sono gli apparecchi orientabili, posizionati in linea con i pensili.

Una soluzione è quella di inserirli in un controsoffitto ribassato, soprattutto se si hanno i led, perché producono poco calore ed evitano il sovra-riscaldamento della struttura.

Particolarmente adatti all’angolo cottura sono i faretti orientabili, perché possono essere collocati direttamente sulla parete del piano di lavoro, in modo da illuminare in maniera funzionale le attività svolte in cucina. Per chi avesse poco spazio, si possono anche usare le applique alogene ad incandescenza.

Per rischiarare in modo indiretto la stanza, invece, si possono utilizzare le lampade a sospensione, soprattutto se il soffitto è alto.

Insomma, sapere come illuminare l’angolo cottura è importante, perché bisogna prestare attenzione a molti dettagli, cercando di rispettare sia l’estetica della stanza sia la praticità.

Richiedi maggiori informazioni sulle soluzioni LAM per l’illuminazione dell’angolo cottura!

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here