Come illuminare gli interni di casa: 5 errori da evitare

Sapere come illuminare gli interni della propria casa è importante. Una stanza, infatti, in cui i punti luce non presentano alcun errore di progettazione sembra brillare di vita e calore. Al contrario, ci si accorge subito se in un ambiente manca una lampada o una plafoniera o se è stato trascurato qualche aspetto legato al posizionamento o all’intensità di un apparecchio.

1 – Luce calda o neutra
Per prima cosa, per illuminare gli interni della propria casa, adesso con l’illuminazione a LED è necessario scegliere il tipo di temperatura di colore della luce, 3000K o 4000K. Usualmente per interni domestici , viene preferita la luce LED a 3000 K, più calda e avvolgente e meno neutra di quella 4000 K scelta per uffici o grandi superfici. Usualmente la luce con temperatura 3000K viene preferita al nord Italia mentre quella a 4000K per abitazioni è molto usata al Sud. Una fonte luminosa, morbida e “amica” , comunque rappresenta sempre una buona opzione, consigliamo però di valutare bene situazioni e necessità di resa cromatica, prima di scegliere.
2 – Occhio alla potenza
Per creare una buona atmosfera all’interno della propria casa, inoltre, il consiglio è di variare la potenza delle lampadine a seconda dell’utilizzo e della zona di impiego.La resa delle nuove sorgenti LED sta aumentando continuamente visto lo sviluppo tecnico che caratterizza queste sorgenti luminose. Una regola empirica per più o meno calcolare il wattaggio necessario in casa, è quella di dividere per 5 i Watt delle vecchie lampadine installate, per trovare le corrispondenti a LED. Se le lampade che andrete a scegliere sono equipaggiate con schede LED al loro interno, potete dividere le vecchie potenze per 6. Ripeto però, sono regole empiriche, il consiglio di un esperto potrà sicuramente aiutarvi nelle vostre scelte.

3 – Meglio non eccedere con il numero di faretti
Una presenza troppo importante di faretti è in grado di appesantire notevolmente l’atmosfera: meglio utilizzarli solo in quegli spazi in cui sono necessari, come ad esempio zone di passaggio o di servizio.

4 – Il buon posizionamento degli interruttori
Studiare la giusta altezza e la corretta distanza da porte e finestre permette di posizionare al meglio gli interruttori domestici: in questo modo si rende molto più semplice la loro fruizione.

5 – Il dimmer, un alleato prezioso
Per rendere un ambiente domestico ancora più caldo e accogliente esiste un dispositivo in grado di fare la differenza. Si tratta del dimmer, il mezzo più utile per godere della giusta illuminazione. La dimmerazione consigliata per il LED e quella Push switch dim in abbinamento dove si vuole con quella Dali.

Non servono costosi dispositivi esterni, ma solo alimentatori elettronici di ultimissima generazione Questi sono i nuovi standard internazionali. Tutti gli altri sistemi a Triac, taglio di fase, reostato, 1-10, sono ormai preistoria, se dovete acquistare modelli di lampade dimmerate con questi sistemi superati, comprate già qualcosa di vecchio. Il LED è una sorgente luminosa elettronica e va dimmerato elettronicamente, non con resistenze che dimmeravano le vecchie lampade, esse stesse delle semplici resistenze.

Un buon elettricista vi potrà dare tutti i suggerimenti necessari. I nuovi sistemi di dimmerazione integrata non sono assolutamente più costosi dei vecchi sistemi, anzi sono più economici e la luce sarà pilotata nel miglior modo possibile, senza nessun effetto stroboscopico tipico dei sistemi obsoleti.

Illuminare gli interni di casa: i modelli Lam

I professionisti di Lam possono dare risposte concrete e utili soluzioni a tutti coloro che si chiedono come illuminare gli interni della propria casa. Tante le proposte messe a disposizione dei clienti, a partire dal modello Gustav 8060  in acciaio verniciato bianco e disponibile in diverse finiture, perfetto per chi ama le geometrie più essenziali.

Come illuminare gli interni di casa | Lam
Vieni a visitare lo showroom di LAM a Padova e chiedi consiglio al nostro staff!
Di grande effetto anche il modello Quadrifoglio 8050, una plafoniera a quattro luci. Per una raffinata eleganza, si consiglia, invece, il modello Iris 9310, una lampada di sospensione a tre luci che ripropone in vetro di Murano le delicate forme di un fiore bianco o grigio; il resto è in acciaio cromato.

Vuoi illuminare perfettamente la tua casa? Contattaci e scopri tutti i nostri prodotti!

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here