illuminare il bagno

illuminare il bagnoOggi vedremo come illuminare il bagno della nostra casa, fornendovi consigli e possibili soluzioni per una corretta illuminazione.

Innanzitutto per illuminare un bagno è preferibile optare per una plafoniera centrale, con un grado di protezione almeno in IP40, che fornisce una parziale protezione da accidentali schizzi d’acqua e facilita la pulizia e la manutenzione della plafoniera. Essa sarà la fonte luminosa principale della stanza.

Sono sicuramente da evitare i lampadari a sospensione, sia per motivi pratici (potrebbero risultare davvero ingombranti) sia perché non rientrano nelle logiche di design per quanto riguarda il bagno.

Da evitare assolutamente anche le lampade da terra, perché sono raggiungibili dall’acqua e quindi troppo pericolose.

Per quanto riguarda gli specchi sono molto apprezzati gli spot, soprattutto quelli a LED. L’importante è che siano sempre protetti da un adeguato grado di protezione non inferiore a IP40. Invece per illuminare il box doccia è molto importante che la lampada sia almeno IP54.

Anche in questo caso vi consigliamo di pensare a una soluzione basata sui faretti con luci LED di nuova generazione, ormai sempre più affermati nel mercato e con gradi di protezione molto elevati (IP 65 -67-68). Più è vicina la fonte luminosa all’acqua più deve essere alto il grado di protezione. Naturalmente i driver elettronici devono essere posizionati lontani dalla sorgente dell’acqua. Ottimi faretti si possono trovare dal mondo dell’outdoor.

Richiedi maggiori informazioni su come illuminare il bagno!

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here