Illuminazione Open Space

Oggi parliamo dell’illuminazione degli open space poiché una delle problematiche più frequenti in questo settore è proprio la difficoltà di illuminare grandi ambienti e grandi spazi (gli open space, appunto) seguendo dei criteri adeguati e illuminando correttamente l’area di interesse.

Per capire quanto importante sia l’illuminazione open space, soprattutto nel settore contract, basti pensare alla grande vetrina di un negozio che, se illuminata male, di notte difficilmente riuscirà ad attirare le attenzioni dei passanti.

Illuminazione Open Space

La scelta non corretta della temperatura di colore della luce o l’errata disposizione dei faretti all’interno dello spazio potrebbero passare inosservati o addirittura allontanare i visitatori. Al contrario, una vetrina illuminata con metodo conferisce al negozio un certo stile e un certo fascino. Lo stesso discorso lo possiamo fare per i giardini di un ristorante o di un locale ma anche per la sala soggiorno che, essendo lo spazio in cui mediamente trascorriamo più tempo, richiede una certa attenzione.

Gli errori più frequenti sono:

eccessivo dispendio energetico: è importante disporre correttamente le fonti luminose e il giusto amperaggio per ridurre i costi energetici e gli sprechi
fenomeni di abbagliamento, assolutamente da evitare. A questo proposito, la direttiva europea uni en 12464-1 definisce con precisione il concetto di illuminazione molesta, con una scala da 1 a 100 in cui 30 è un valore già abbastanza elevato
illuminare l’ambiente con un solo lampadario, perché a prescindere dalla sua posizione lascia notevoli zone di penombra, poco confortevoli e accessibili al pubblico.

Nelle prossime settimane tratteremo nello specifico delle particolari situazioni open space e forniremo consigli e guide per illuminare grandi ambienti in ambito contract.

Per ricevere i consigli di LAM sull’illuminazione open space scrivici!

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here